PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004
 Pandemia: clicca qui per le info ufficiali 
Privacy Policy

Casetta dell’acqua

07/04/21 3255 Marino • tag: casettadellacqua

13923casadellacquanibbiano 13923casadellacquanibbianoGran parte dei comuni piacentini ha un distributore gratuito dell’acqua. Libertà ci informa che anche i residenti nel Comune di Nibbiano hanno a disposizione un moderno distributore di acqua che eroga inserendo una card elettronica.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Rete acquedottistica e qualità dell'acqua

17/03/19 2118 Marino • tag: analisiacqua casettadellacqua servizioidrico

Periodicamente l'AUSL effettua verifiche sulla qualità dell'acqua erogata dall'acquedotto. Ieri ho ricevuto copia delle analisi relative al secondo semestre 2018 (che, come abbiamo visto qui  FONTE  vengono effettuate prelevando i campioni da analizzare presso l’utenza del Municipio e presso la Casetta dell'acqua di Piazza Frescaroli (in entrata e in uscita)). Dal gennaio 2017 (da quando ho sistematicamente chiesto 31179okaccesso ai risultati delle analisi), abbiamo consapevolezza che tutti i parametri rispondono ai requisiti di legge. Grazie all'AUSL per la documentata attività di sorveglianza e complimenti per il buon lavoro svolto dai tecnici di Iren che manutengono i pozzi, i vasconi di accumulo e la rete idrica.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Casetta dell'acqua: al Comune 140 €/anno

08/01/19 2040 Marino • tag: casettadellacqua

25562casettaacquaLa Casetta dell'acqua, preleva l'acqua dall'acquedotto pagandola (presumo) circa 1.5 €/mc e la rivende a noi (filtrata, con l'aggiunta di anidride carbonica) a 50 €/mc (0.05€/lt x 1000 litri = 50 €/mc)?
Se ipotizziamo che una famiglia su cinque acquisti l'acqua presso la Casetta, e che ogni componente beva 1 litro/gg, sapendo che i componenti medi di una famiglia sono 2.2, possiamo calcolare che la Casetta dell'acqua abbia un incasso di 20.000 €/anno.
Per l'area occupata dalla Casetta, il Comune chiede al proprietario meno di 140 €/anno.

Suggerimento: e se l'acqua fosse erogata da 3780okuna Casetta comunale, come negli altri comuni della provincia, ma a pagamento, il Comune non incasserebbe i 140 €/anno della COSAP, e dovrebbe acquistare qualche filtro e qualche ricarica di anidride carbonica, ma...


 👓 Leggi tutto...  
                         

Casetta dell'acqua

29/12/18 2034 Marino • tag: casettadellacqua

246totoLibertà di oggi ci informa che anche a Piozzano è stata installata una Casetta dell'acqua "pubblica e gratuita". Anche a Piozzano quindi, la collettività sosterrà un costo di soli ~1 € a metro cubo di acqua prelevata dalla Casetta "pubblica e gratuita", mentre a Ponte il cittadino dovrà sborsare ben 50 € a metro cubo.
Se gli amministratori comunali di Piozzano (624 abitanti) sono riusciti a installare una Casetta "pubblica e gratuita"... come è possibile che i 4.800 pontolliesi non abbiano una Casetta "pubblica e gratuita"?
Ne abbiamo parlato qui  LINK 

👨
Conte   Parliamo di qualche euro al mese, forse non se ne accorgerebbe neanche l’avaro di Molière... 29/12/18
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Casetta dell'acqua e imballaggi in plastica

10/11/18 2001 Marino • tag: casettadellacqua

1794acquanumerocasette 1794acquanumerocasetteLibertà ci informa che ad oggi sono 26 le Casette dell'acqua installate a cura del servizio pubblico nei comuni piacentini. A livello provinciale, sono stati erogati 119milioni di litri, a cui corrispondono circa 78milioni di bottiglie di plastica non prodotte.

Negli ultimi quattro anni (dal 2014 al 2017), il rifiuto "plastica":
- a livello proviciale si è ridotto da 7.649.000 kg/anno a 5.935.000 kg/anno -12%; e più significativamente da 26.58 kg/anno/abitante a 20.65 kg/anno/abitante -22%
- a Podenzano si è ridotto da 364.093 kg/anno a 80.260 kg/anno -78%; e più significativamente da 39.63 kg/anno/abitante a 8.76 kg/anno/abitante -78%
- a Ponte è aumentato da 70.212 kg/anno a 105.190 kg/anno +50%; e più significativamente da 14.61 kg/anno/abitante a 22.28 kg/anno/abitante +53%


 👓 Leggi tutto...  
                         

Casetta dell'acqua

12/08/18 1975 Marino • tag: casettadellacqua

Su Libertà di sabato si legge: "Una seconda casetta dell'acqua sta per sorgere a Rottofreno ... Dice il Sindaco: L'acqua distribuita sarà pubblica, controllata, buona e gratuita ... l'iniziativa punta a ridurre il consumo di bottiglie di plastica ...  l'intervento è interamente finanziato da ATERSIR ...".
Per quanto ne so io vi sono casette dell'acqua pubblica (gratuita) a: Agazzano, Carpaneto, Castel San Giovanni, Castell'Arquato, Castelvetro, Cortemaggiore, Gazzola, Gossolengo, Gragnano, Piacenza (almeno 2) , Podenzano (almeno 2), Pontenure, Pianello , Quarto, Rivergaro, Rottofreno, San Giorgio, Travo, Vigolzone, Villanova.
32417totoLa casetta dell'acqua che c'è a Ponte è invece di un'azienda privata e l'acqua erogata è a pagamento (0.05€ al litro). A mio parere l'acqua erogata dalla casetta è migliore di quella erogata dal rubinetto (periodicamente chiedo all ASL le analisi e c'è oggettiva differenza tra le due erogazioni), per cui ne faccio uso e la mia famiglia (due persone) preleva circa 20 litri a settimana = 1000 litri/anno = 50 €/anno. E così io, a causa dell'inerzia della politica che non si attiva per far sorgere anche a Ponte una casetta pubblica, debbo pagare 50 €/anno quando i cittadini dei comuni elencati ne possono beneficiare gratuitamente!
Vedi anche  LINK 

👨
Astutillo   Fatta la legge trovato l’inganno: ci si potrebbe rifornire in uno dei comuni gratuiti vicini. A meno che per accedervi non ci voglia un badge che solo i residenti hanno... 13/08/18
👨
Elisabettab   C’è anche a Bettola ed è gratuita. 14/08/18
👨
Marco   Quando si dice "gratuita" significa che viene pagata dal Comune di Ponte dell’Olio, quindi nel caso di Marino, i famosi € 50/ anno verrebbero pagati in quota parte anche da chi non si rifornisce alla casetta dell’acqua. A mio modo di vedere è più corretto così, comunque rispetto le opionioni altrui. 14/08/18
👨
Marino   Contrariamente ai rifiuti, che prevedono tariffe differenziate per ogni comune, il servizio idrico prevede due sole tariffe provinciali (vedi sotto la composizione dei due bacini (*)). Gli investimenti nel settore idrico vengono quindi spalmati su tutti i contribuenti del bacino di appartenenza (sia su quelli che beneficiano dell’investimento, sia su quelli che non ne beneficiano). Per esempio: la casetta dell’acqua realizzata a Vigolzone (così come tutte le casette dell’acqua realizzate nel bacino a cui appartiene Vigolzone (*)) è stata pagata anche con i soldi dei pontolliesi.
Probabilmente invece viene pagata dal singolo comune l’acqua erogata dalla casetta pubblica (ma stante le finalità per cui sono nate le casette, questa mia affermazione andrebbe verificata). Se è così... un metro cubo di acqua erogata dalla casetta pubblica costa alla collettività 1 € (da noi un mc prelevato alla casetta privata costa 50 €) ma a fronte di questo euro, la collettività risparmia il costo della raccolta e smaltimento di 650 bottiglie di plastica (e inoltre io cittadino risparmio 50€).
Esiste un compromesso tra la posizione mia e quella di Marco? Forse si… l’Amministrazione comunale potrebbe adoprarsi per far realizzare da ATERSIR la casetta dell’acqua pubblica e, grazie all’elettronica, il comune potrebbe trattenere al cittadino un euro ogni 1.000 litri prelevati.
Bacino 1 Comuni di: Agazzano, Alseno, Besenzone, Borgonovo, Cadeo, Calendasco, Caorso,Carpaneto, Castel San Giovanni, Castell’Arquato, Castelvetro, Fiorenzuola, Gazzola, Gossolengo, Gragnano,Lugagnano, Monticelli, Nibbiano, Piacenza, Pianello, Podenzano, Ponte dell’Olio, Pontenure, Rivergaro, Rottofreno, San Giorgio, San Pietro in Cerro, Sarmato, Vigolzone, Villanova, Ziano. Al Comune di Cortemaggiore si applicano soltanto le tariffe per fognature e depurazione mentre quelle di acquedotto rientrano nella competenza del gestore Società Acque Potabili (SAP).
Bacino 2 Comuni di: Bettola, Bobbio, Caminata, Cerignale, Coli, Cortebrugnatella, Farini, Ferriere, Gropparello, Morfasso, Ottone, Pecorara, Piozzano, Travo, Vernasca e Zerba.
Vedi qui le tariffe: https://goo.gl/Kqs5ab 14/08/18
👨
Marco   Cocordo con quanto scritto da Marino, a mio avviso il concetto applicato ai rifiuti risulta essere più corretto di quello applicato al servizio idrico, infatti in quel caso ogni comune paga nella propria tariffa sia gli investimenti sia i "consumi"; ma dal momento che nel servizio idrico non è così, ritengo corretto chiedere l’intervento di Atersir per gli investimenti (casetta dell’acqua) e il pagamento da parte di ognuno delle erogazioni. Tariffa che contempli controlli periodici, manutenzioni e quant’altro rientri nell’ambito dell’attività svolta, senza chiedere contributi a chi non ne usufruisce.
P.S.: io me ne servo regolarmente, da anni. 14/08/18
👨👨👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Casetta dell'acqua

26/05/17 1756 Marino • tag: casettadellacqua analisiacqua

23403casettaacquaNel maggio 2012 è entrata in funzione la Casetta dell'acqua. In questa pagina  LINK  sono disponibili i risultati dei "controlli interni" (*) portati a conoscenza dei cittadini.
Detti controlli sono stati effettuati in data:
- 15/05/2012
- 25/06/2013
- 18/12/2013
- 29/10/2014
Probabilmente sono stati effettuati "controlli interni" anche nel 2015 e nel 2016, ma, sul sito del Comune, non ne è stata data evidenza. Sulla "casetta", ad oggi, non risulta affissa alcuna informazione inerente i "controlli interni" effettuati sull'acqua erogata.
E' comunque opportuno sapere che l'AUSL effettua controlli periodici (**) e più approfonditi dei "controlli interni" citati. Ho notizia formale che fino a tutto il 2015 la qualità dell'acqua erogata è risultata eccellente (nel senso che tutti i parametri sono risultati abbondantemente entro i limiti di legge). Sono in attesa di ricevere informazioni sui controlli effettuati nel 2016.

(*) Sono i controlli che il gestore è tenuto ad effettuare per verificare la qualità dell'acqua destinata al consumo umano (art.7 D.lgs.31/2001)
(**) Sono i controlli svolti dall'AUSL per verificare che le acque destinate al consumo umano soddisfino i requisiti di Legge (art.8 D.lgs.31/2001)

👨
Marino   L'AUSL mi ha inviato i risultati delle analisi di controllo effettuate in data 24/01/2017 sia sull'acqua erogata dall'acquedotto che sull'acqua erogata dalla Casetta dell'acqua: tutto OK. 05/07/17
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Plastica: più virtuosi = più tartassati ?

03/02/16 1207 Marino • tag: casettadellacqua

Sabato 19 maggio 2012 è entrata in funzione la Casetta dell'acqua “Fonte Alma”. A seguito di questa lodevole iniziativa, ho voluto rendermi conto di quale fosse stata, a distanza di tre anni, la variazione della quantità di plastica conferita. Il risultato è ottimo: si è passati dalle 108 ton/anno del 2012 alle 69 ton/anno del 2015 (come ho già segnalato nel post di ieri). Bravi i pontolliesi. Ma... ma c'è un ma... e lo vediamo qui sotto...

20122015
Plastica conferita ton10869
Costi di trattamento e riciclo €5.5653.644
Ricavi vendita plastica €-20.493-13.419
Campane nr.4142
Costo noleggio campane €4.4284.659
Vuotature nr.2.1322.184
Costo vuotatura campane €25.58426.920
Costo netto €15.08421.804
Costo a ton. conferita €/ton139316

Come si vede, il bilancio economico è disastroso!5966toto A fronte del calo della plastica conferita, c'è stato un aumento del costo che ci viene addebitato con la TARI (da 15.000 e a 22.000 €).
Questa non è stata una sorpresa, me lo aspettavo, perché questa analisi è stata stimolata dal fatto che ho notato che oggi le campane della plastica, un tempo sempre stracolme, sono quasi sempre semivuote.

Mi spingo in una considerazione: analizzando la tabella sembrerebbe che il maggior costo sia dovuto alla mancata richiesta da parte dell'Amministrazione di rimodulare il numero di svuotature in funzione degli attuali quantitativi messi nelle campane (considerando sia il minor quantitativo prodotto dai cittadini, sia il fatto che molti cittadini oggi portano la plastica direttamente alla stazione ecologica (per fruire dello sconto pesatura)).

 Valori in tabella rilevati dai preventivi di gestione per calcolo TARI. 

👨
Andrea   Secondo me sarebbe utile anche inserire il numero di abitanti. Curiosità, il numero di vuotature è aumentato nonostante che il quantitativo di plastica sia molto ridotto: perchè non dilazionare l'intervallo di tempo fra una vuotatura e un altra? Probabilmente si spenderebbe meno come costo vuotature... 19/02/16
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Casetta dell'acqua: i pontolliesi si meritano l'erogazione gratuita

02/02/16 1206 Marino • tag: casettadellacqua

Libertà oggi evidenzia il vantaggio per l'ambiente piacentino dovuto all'introduzione delle Casette dell'acqua: 9 milioni di bottiglie di plastica non mandate a smaltimento .
Anche a Ponte c'è una Casetta dell'acqua (a pagamento).
E anche a Ponte il risultato per l'ambiente è stato notevole. Nel 2012 sono state conferite 108 ton. di plastica. Nel 2015 la previsione era di 69 ton.
C'è di che essere soddisfatti.
21846toto
Ora però mi chiedo. Perchè i pontolliesi debbono pagare l'acqua della casetta 0.05 €/litro (50 €/mc) quando negli altri comuni è gratis? (Viene pagata dalla fiscalità comunale a ~ 1 €/mc).
Per esempio, a spanne, i vigolzonesi, tramite il loro comune, pagano l'acqua erogata dalla loro Casetta "pubblica" 500 €/anno mentre i pontolliesi, acquistando dalla Casetta "privata", pagano 25.000 €/anno.
Non sarebbe opportuno che l'Amministrazione Copelli si adoprasse per installare anche a Ponte una Casetta dell'acqua a gestione pubblica?

👨
Andrea   A Podenzano l'erogazione dell'acqua pubblica viene sovvenzionata da tutti i cittadini. Non lo trovo giusto perchè molte persone non ne usufruiscono (distanza dall'erogatore, tempo perso per fare la fila, ecc ecc) ma quindi pagano ugualmente. Se a Ponte paga solo chi consuma lo ritengo più equo e per il totale molto alto direi,perchè non abbassare il costo dell'acqua al litro? 03/02/16
👨
Marino   La soluzione ottimale forse è quella scelta da Cortemaggiore. La casetta é di proprietà del comune, é costata 25.000 €, eroga acqua a pagamento 0,05 €/litro, solo chi consuma paga, il ricavo é della collettività, in poco più di un anno la casetta verrà ammortizzata, poi una stima di 20.000 €/anno di utile netto a beneficio della collettività é ragionevole. Oggi su Libertá la notizia che l'amministrazione di Cortemaggiore (4.655 residenti) é intenzionata a valutare l'installazione di una seconda casetta. 03/02/16
👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         
Pagina 1 di 1