PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004
Privacy Policy

Genesi e futuro di una stangata

05/01/21 3123 PonteWeb • tag: pressionefiscale tassazionelocale

17219imustangata 17219imustangataLibertà di oggi dà evidenza alla “stangata” che è stata data al commercio pontolliese.
Perchè Ponte ha ricevuto questa attenzione mediatica?
Probabilmente perchè negli altri comuni non era stata significativamente differenziata un’aliquota specifica per agevolare botteghe e negozi per cui l’accorpamento delle aliquote non ha modificato l’impatto sul contribuente.
Cosa significa questo?
Se così fosse, significa che l’Amministrazione Copelli aveva creato una aliquota molto bassa (-20%~) per sostenere il commercio pontolliese. Così come aveva creato un’aliquota più bassa per favorire le abitazioni date in uso gratuito ai famigliari.
E quindi adesso ?
Siamo certi che l’attuale Amministrazione si impegnerà a trovare il modo di deliberare agevolazioni per i commercianti, non necessariamente sul capitolo IMU ma anche in altri ambiti, a compensazione della attuale “stangata”.
Così come troverà il modo di agevolare chi ha aree fabbricabili (oggi senza mercato) e chi ha dato in uso gratuito l’abitazione ai figli o ai genitori.

👨
Tacito   A proposito di agevolazioni per i commercianti: chissà quanti sono proprietari dei propri locali (dunque soggetti alla stangata Imu) e quanti in affitto. Nel secondo caso i toccati dal provvedimento non sono i commercianti ma i proprietari dei muri... 05/01/21
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Anche nel 2021 il “12° mese” verrà pagato con i tributi necessari per compensare gli “sprechi di denaro pubblico”

04/01/21 3122 PonteWeb • tag: pressionefiscale addizionaleIRPEF dodicesimomese

30668maniintasca 30668maniintascaOsservando i valori scritti nel Bilancio di previsione deliberato nel Consiglio del 18/12/2020, si rileva che anche nel 2021, come già avvenuto nel 2019 e nel 2020, il 12° mese verrà ancora pagato con i "contestati" aumenti di Addizionale IRPEF e IMU deliberati dalle amministrazioni Spinola e Copelli.
In detto Bilancio (che prevede Spese correnti per € 2.925.000 corrispondenti a ~ € 240.000 al mese):
- le Entrate correnti riferite all’Addizionale IRPEF ammontano a € 405.000; di cui ~ € 270.000 sono riconducibili al citato aumento contestato all'Amministrazione Spinola
- le Entrate correnti riferite alla IMU ammontano a € 1.275.000; di cui ~ € 100.000 sono riconducibili al citato aumento contestato all'Amministrazione Copelli.
Ne deriva che i tributi riferibili agli aumenti deliberati dalle amministrazioni Spinola e Copelli valgono 370.000 euro e quindi... dobbiamo annotare che anche nel 2021, oltre un mese di spesa corrente (stipendi, acquisto beni e servizi, manutenzioni, consulenze, ecc.) verrà ancora coperto con gli aumenti deliberati dalle Amministrazioni Spinola e Copelli.
Speriamo che al più presto venga avviato il “taglio degli sprechi di danaro pubblico che hanno caratterizzato gli ultimi anni” al fine di rendere non più necessario tassare i pontolliesi con la quota di imposizione riferibile alle Amministrazioni Spinola e Copelli.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Le legittime scelte politiche sull’IMU

30/12/20 3114 Marco • tag: pressionefiscale tassazionelocale

11701ele19volantinochiesa 11701ele19volantinochiesaCome abbiamo appreso dall’ultima seduta di Consiglio Comunale (18/12/20), sono state approvate nuove categorie ed aliquote dell’Imposta Municipale Unica (IMU).
La nuova legislazione in materia (Legge 160/2019) prevede l’accorpamento della TASI, nel nostro caso ad impatto nullo, e la riduzione delle categorie alle quali applicare le imposte che il Consiglio Comunale ogni anno approverà. Quindi l’obbligo di legge è la semplificazione nelle casistiche possibili, non entrando nel merito del gettito, anche perché quasi totalmente spettante all’Ente locale.
Ascoltando l’intervento dell’Assessore Valla, si percepisce la difficoltà riscontrata nell’addivenire alla proposta portata in Consiglio, ovviamente provando e riprovando l’impatto di varie simulazioni su gettito e contribuenti. E’ un’attività piuttosto delicata che necessita di un certo sforzo. Lo si sa e lo si sapeva anche negli anni precedenti. Non intendo commentare le scelte “politiche” sulle aliquote, ognuno avrà in merito la propria opinione, ma alcune frasi, direi simboliche, dell’intervento dell’Assessore e della sua replica al Consigliere Rossi meritano di essere evidenziate.
• Al minuto 30’25” si ascolta: “...noi come abbiamo proceduto… dovevamo (volevamo !!! ndr) trovare una soluzione che non andasse a incrementare, aumentare il gettito, peggiorando quindi quella che era l’imposizione fiscale….per avere un’invarianza del gettito”  FONTE_YOUTUBE 
• Al minuto 66’ 30” il concetto viene replicato: “…ci rendiamo conto che è penalizzante….lavorare sul mantenimento del gettito invariato…NON SIAMO RIUSCITI A CAVARE IL RAGNO DAL BUCO…”  FONTE_YOUTUBE 
Ne sono convinto! Dover intervenire sulle aliquote non è mai “politicamente” semplice, quando poi ci si presenta alle elezioni con gli argomenti riportati nel volantino elettorale qui a lato, e al secondo Bilancio di previsione si sente ancora parlare di notevoli sforzi per mantenere il gettito precedente, ossia il risultato di chi “…HA MESSO LE MANI IN TASCA AI PONTOLLIESI!.…”, si fatica a dissimulare le contraddizioni che straripano in tutta la loro evidenza.
Saluti a tutti
Marco Boselli


 👓 Leggi tutto...  
                         

IMU: “stangata” del +21% a negozi e botteghe

27/12/20 3110 PonteWeb • tag: imu pressionefiscale

20577imu20202021 20577imu20202021Nella riunione del 18/12/2020 il Consiglio comunale ha deliberato le aliquote IMU che entreranno in vigore dal prossimo 1 gennaio (la tabella evidenzia le variazioni deliberate).
In particolare, è stata diminuita del 1% l’aliquota delle abitazioni non rientranti nel concetto di abitazione principale (passata dal 9,8‰ al 9,7‰).
Sono state invece aumentate le aliquote relative:
- alle abitazioni concesse in comodato gratuito a parenti in linea retta fino al secondo grado e alle aree fabbricabili (dal 9,0‰ al 9,7‰ +8%)
- alle attività commerciali e di somministrazione rientranti nella categoria C/1 (negozi e botteghe) (dal 8,0‰ al 9,7‰ +21%)
Delibera relativa al 2020  FONTE  - Delibera relativa al 2021  FONTE 
Ricordiamo che dal 01/01/2021 la Legge impone l’accorpamento delle ultime quattro aliquote descritte in tabella, ma parimenti permette (lasciando la decisione “politica” agli Amministratori locali) la riduzione delle aliquote fino al loro completo azzeramento (tranne che per l’aliquota relativa agli immobili di categoria catastale D: opifici, alberghi e pensioni, case di cura ed ospedali, istituti di credito, ecc.)(vedi colonna “Aliquota minima ammessa”).
A questi link è possibile ascoltare:
- l’intervento dell’Assessore al Bilancio  FONTE 
- un ulteriore intervento dell’Assessore al Bilancio  FONTE 
- l’intervento del Sindaco  FONTE 

👨
Procuste   Quasi un ritorno ai primi anni dell’Ici (introdotta nel 1993), quando i Comuni stabilivano un’unica aliquota (tra il 4 e il 7 per mille) da applicare alla base imponibile, valida per tutte le fattispecie immobiliari. Solo verso la fine degli anni Novanta si consentì loro di diversificarle... 30/12/20
👨
San Tommaso   A proposito di Imu: a Ponte, quante sono le prime case che pagano l’imposta in quanto considerate abitazioni di lusso (categorie catastali A1, A8 e A9)? Chissà che non ci sia qualche dato statistico in merito... 12/01/21
👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Ripartiti altri fondi COVID per i Comuni

26/11/20 3067 PonteWeb • tag: fondicovid

7767piovpolpNella Conferenza Stato Città del 12/11/2020 è stata approvata la ripartizione di altri fondi COVID ai Comuni. Ponte dell’Olio riceverà:
- per conguaglio Tosap-Cosap Pubblici esercizi (art. 181, co.1 e 5, del D.L n. 34/2020 e DM 22/7/2020) € 1.318
- per incremento Tosap-Cosap pubblici esercizi (art. 109, co. 2, del D.L. n. 104/2020) € 4.698
- per Tosap-Cosap Commercio ambulante (art. 181, comma 1-quater del D.L. n. 34/2020 ) € 4.232
- per IMU - Settore turismo e spettacolo 20 (art. 177, co. 1-lett.b-bis, del D.L. n. 34/2020 e art. 78, co. 1, del D.L. n. 104/2020) € 362
per un totale di € 10.610
 FONTE 


 👓 Leggi tutto...  
                         

C’eravamo tanto amati… per un anno o forse più...

10/10/20 2973 PonteWeb • tag: dups addizionaleIRPEF pressionefiscale

18676dup2021aliquote 18676dup2021aliquoteConfrontando il DUP2020 con quello appena approvato dalla Giunta, si rileva che nella sezione Tributi e tariffe dei servizi pubblici è stato tolto un frammento di frase politicamente molto coinvolgente.
Nell’immagine sono riportate le due versioni a confronto.
E’ noto che la campagna elettorale è stata giocata anche sulla non velata critica ai competitori di aver aumentato le aliquote IRPEF (da 0,2% a 0,6%) e IMU (da 0,9% a 0,98%), perché incapaci di perseguire interventi correttivi sul lato delle uscite.
La rimozione del riferimento evidenziato nell’immagine potrebbe far pensare che ora non vi sia più interesse prioritario a togliere le mani dalle tasche dei pontolliesi (e cioè a riportare l’addizionale IRPEF allo 0,2% e l’IMU allo 0,9%) compensando il minor gettito anzitutto con il "taglio degli sprechi di danaro pubblico che hanno caratterizzato gli ultimi anni".
Per fugare questo dubbio, qualora lo ritenessero opportuno, gli Amministratori hanno facoltà di cogliere l’occasione per spiegare meglio le proprie scelte in merito.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Attività di contrasto all'evasione fiscale

06/10/20 2962 PonteWeb • tag: giravoltapolitica dups

10320ominosottosopraNel DUP2021 non è più prevista l’attività di contrasto all'evasione fiscale, che invece era presente nel DUP2020 ove era scritto: “Per il triennio 2020/2022 l'obiettivo è di proseguire e implementare l'attività di contrasto all'evasione fiscale, operando un'attenta e mirata azione di controllo sui dati in possesso dell'Ente”.
In occasione del Consiglio del 27/12/2019 l’assessore Valla, presentando il “Piano di riduzione della fiscalità generale”, tra le principali voci di bilancio funzionali alla riduzione della pressione fiscale nel triennio 2020 - 2022 indicò in 100mila €/anno il recupero derivante dalla lotta all’elusione e all’evasione della sola IMU. Si trattava quindi di recuperare ingenti somme, e certamente non dalle tasche dei cittadini onesti.
L’obiettivo non figura più perché è già stato raggiunto nel 2020, oppure…?


 👓 Leggi tutto...  
                         

Raccolta stracci e indumenti usati

17/09/20 2924 PonteWeb • tag: amicocomunetrasparente raccoltaindumenti

22165raccoltaindumentiusati 22165raccoltaindumentiusatiL’Amministrazione comunale, dopo aver inoltrato alla ditta proprietaria dei raccoglitori di vestiti posti in Via Fioruzzi e in Via Genova varie “segnalazioni circa il disordine e l’incuria venutasi a creare nell’intorno dei raccoglitori”, in data 12 giugno 2020 sollecitava la ditta stessa a “rimuovere detti contenitori entro e non oltre 7 giorni dal ricevimeno della presente, pena l’inibizione dei conferimenti e la rimozione coattiva dei contenitori medesimi”  FONTE   FONTE .
Di giorni ne sono passati non sette ma novantasette e la situazione è quella che si vede nelle foto.
A margine chiediamo che sia reso noto ai cittadini il valore della COSAP annualmente addebitata alla ditta proprietaria per l’utilizzo di suolo pubblico.

👥
PonteWeb   Sul social Facebook, in coda al lancio di questo post, il Sindaco ha così commentato: "Buonasera, intervengo come sempre per sgombrare il campo dalle (poco) velate insinuazioni di questo sito circa la poca operosità e attenzione a tal genere di cose da parte degli uffici comunali, ovviamente senza neanche prima cercare di approfondire l’andamento degli eventi. L’ordine di rimozione dei raccoglitori è stata un’extrema ratio a cui siamo ricorsi, dinanzi alla quale la ditta installatrice ci ha più volte rassicurato sulla corretta ripresa delle attività nel corso delle settimane (cosa parzialmente avvenuta). Nell’ultimo mese la situazione è tornata di nuovo alle condizioni che ci hanno portato alla scrittura, ragion per cui entro fine mese si provvederà alla irrevocabile e definitiva rimozione.
Questo dovevo per trasparenza verso la cittadinanza, auspicando che quanto prima finisca il tempo delle mezze verità (o falsità, a seconda del punto di vista), delle notizie piegate a proprio piacimento, delle informazioni parziali e, più in generale, di un presunto "servizio" verso i pontolliesi che ha quale unico scopo non quello di contribuire a risolvere i piccoli problemi del paese, ma sbandierarli ai quattro venti per tentare di colpire un’amministrazione non di proprio gradimento, facendo cosi non tanto un danno a noi (sbaglia chi fa e noi sbagliamo sicuramente tanto, tutti i giorni!), ma un grave torto di immagine a Ponte dell’Olio.
Differenza sostanziale tra chi vuol bene al proprio territorio e chi no.
Un abbraccio affettuoso!
" 18/09/20
👨
Marco   Nell’intervento del Sindaco di cui sopra, lo stesso riferisce di “…velate insinuazioni di questo sito circa la poca operosità e attenzione a tal genere di cose da parte degli uffici comunali,….”.
Pur rileggendo più volte il post, non ho trovato nessuna insinuazione, ne velata, ne alla luce del sole, agli uffici comunali. Ho trovato invece il riferimento ad una ingiunzione di rimozione firmata dal Sindaco stesso. “Questo sito”, come definito dal Primo cittadino, intendeva evidenziare che quella missiva, la quale intimava 7 giorni per adempiere, giaceva lettera morta da ben più tempo.
Nessuna velata insinuazione nei confronti degli uffici comunali, anzi l’impressione è che gli stessi subiscano sconfinamenti nelle attività di propria competenza ad opera degli amministratori, ai quali è demandata la progettualità e non l’operatività.
Sulla seconda parte dell’’intervento del Sindaco, essendo un’elenco di sue opinioni personali, che va dalle “…mezze verità …(o falsità….)…delle notizie piegate a piacimento… al presunto servizio… al danno di immagine al paese…” non entro nel merito perché ognuno ha diritto a pensarla come crede, ma sbandierare l’intervento come dovuto per “trasparenza”, questo è troppo. La trasparenza non tiriamola per la giacchetta, perché se c’è un argomento politico in cui l’attuale Amministrazione non brilla (anzi) è proprio quello della trasparenza. Sull’argomento trasparenza, questa amministrazione, assolve si e no il minimo di legge, ignora ogni tipo di richiesta pubblica di informazioni sulle delibere, così come ignora di fornire chiarimenti sui temi sollevati dalle persone tramite “questo sito”. Quindi, tutto legittimo, ma perlomeno il Sindaco non si appunti la medaglia della trasparenza, risulterebbe troppo anche per le pazienti genti pontolliesi.
Saluti a tutti.
Marco Boselli 18/09/20
👨
Marino   I raccoglitori di vestiti posti in Via Fioruzzi e in Via Genova oggetto di varie “segnalazioni circa il disordine e l’incuria venutasi a creare nell’intorno dei raccoglitori”, sono stati rimossi.
Indumenti usati, scarpe (appaiate e allacciate insieme), borse, stracci o strofinacci, ritagli e scarti di stoffa, ecc. possono essere conferiti presso la Stazione ecologica. 02/10/20
👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Lotta alla zanzara tigre

06/05/20 2687 Marino • tag: zanzaratigre

26856zanzaratigreIl Comune di San Giorgio ha iniziato in questi giorni i trattamenti degli spazi pubblici finalizzati alla lotta alla zanzara tigre.
In attesa che anche a Ponte dell'Olio vengano avviati i trattamenti sugli spazi pubblici, iniziamo ad avere cura dei nostri spazi privati.
Ecco alcune regole da seguire per evitare la proliferazione di zanzare e pappataci:
- elimina i sottovasi e dove non è possibile evita il ristagno d’acqua al loro interno
- tratta periodicamente con prodotti larvicidi tombini e altri ristagni non eliminabili
- rimuovi sempre gli sfalci d'erba e tieni il giardino pulito
- non lasciare gli annaffiatoi e i secchi con l'apertura rivolta verso l'alto
- controlla periodicamente le grondaie mantenendole pulite e non ostruite
- tieni pulite fontane e vasche ornamentali, eventualmente introduci pesci rossi che sono predatori delle larve di zanzara tigre
- svuota settimanalmente e tieni puliti gli abbeveratoi e le ciotole per l'acqua degli animali domestici
- non lasciare acqua nelle piscine gonfiabili e in altri giochi che lasci in giardino
- copri le cisterne e tutti i contenitori dove si raccoglie acqua piovana
- nei cimiteri sostituisci l'acqua dei vasi portafiori con sabbia umida.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Economia locale: si può aspettare… oppure si può agire…

06/05/20 2684 PonteWeb • tag: coronavirus

5120fattinonparoleLa Giunta del Comune di San Pietro Avellana (IS), in Alto Molise, con una delibera del 29/04/2020, ha attivato cinque misure pratiche e subito applicabili per sostenere le imprese del suo territorio e, di conseguenza, dell’intera comunità.
1) Sostegno alle imprese a fondo perduto
Il Comune mette a disposizione proprie risorse per le imprese che a marzo e ad aprile hanno subito la chiusura dell’attività o una sostanziale e forte diminuzione del fatturato. Una misura complementare a quella messa in campo dal governo.
2) Taglio delle tasse
Taglio delle tasse comunali, riducendo le imposte, come la TARI, le spese idriche, l’IMU e il TOSAP, la tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche. Non si tratta di una rateizzazione o di un allungamento dei tempi di pagamento, ma di un vero e proprio abbattimento delle imposte per quanti hanno subito perdite economiche significative.
3) Suolo pubblico gratis
Per aiutare le attività turistiche e ricettive, garantendo il distanziamento sociale, l’uso del suolo pubblico comunale per posizionare tavolini all’aperto e gazebo in modo temporaneo sarà ampliabile e gratuito.
4) Risorse a fondo perduto per le nuove imprese
Grazie al fondo integrativo dei comuni montani, i nuovi imprenditori avranno risorse a fondo perduto per tutto il 2020.
5) Il negozio online del paese
È in via di realizzazione una piattaforma web, un negozio online del paese, che metterà in rete, tramite un e-commerce, tutte le attività commerciali che vendono prodotti tipici. Con la creazione di un unico brand ed un sito web integrato ad attività di comunicazione affinché sia funzionale ed appetibile sul mercato.
La Giunta di questo piccolo comune, 480 abitanti, dà un esempio concreto di ripartenza, ponendosi in prima linea nella ricerca di soluzioni.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Ponte sia riclassificato "Comune parzialmente montano"

22/04/20 2649 PonteWeb • tag: comuneparzialmentemontano

52caneE' notizia di ieri che il Ministero dell'interno ha ripartito 2 milioni di euro tra i comuni montani o parzialmente montani con popolazione inferiore a 5.000 abitanti.
Come segnalato a gennaio 2015 da MattiaPascal  FONTE , nel 2015 Ponte dell'Olio è stato riclassificato in zona altimetrica 3 (zona collinare interna) e quindi non è né comune montano né comune parzialmente montano (dove invece troviamo per esempio Gropparello e Rivergaro) e quindi... zero contributi extra. Inoltre, a causa di questa riclassificazione, i terreni agricoli di Ponte dell'Olio non beneficiano più di esenzioni e riduzioni sull'IMU.
Su questo tema l'allora Consigliere di minoranza Chiesa, presentò un'interpellanza chiedendo se l'Amministrazione Copelli si fosse attivata per cercare di far modificare la riclassificazione  FONTE  . L'Amministrazione Copelli rispose di aver provveduto ad inoltrare richiesta di riclassificazione del nostro Comune. Il commento del Consigliere interpellante fu: "Non è assolutamente possibile che da un momento all'altro due zone svantaggiate come Castione e Montesanto diventino pianeggianti e il Comune "non montano". Ho presentato questa interpellanza anche perché ritengo che non si debbano considerare importanti gli agricoltori e i coltivatori solo in campagna elettorale. Ora io vi chiedo di tenere il fiato sul collo alle varie istituzioni, compresi i parlamentari e i consiglieri regionali piacentini, che competenti li sono.. o almeno, dovrebbero esserlo".
Come lo eravamo allora, anche oggi siamo convinti che sia necessario perseguire l'obiettivo di riportare Ponte dell'Olio ad essere classificato "Comune parzialmente montano" al fine di beneficiare dei vantaggi conseguenti. Considerando anche che siamo parte fondamentale di una unione che è definita "Unione Montana Alta Val Nure".


 👓 Leggi tutto...  
                         

Pagamenti semplici e sicuri: pagoPA

27/01/20 2516 Marino • tag: pagopa amicocomunetrasparente

30736pagopa“pagoPA” è la piattaforma digitale che consente ai cittadini di effettuare pagamenti verso le Pubbliche Amministrazioni in modo veloce e moderno e che solleva le amministrazioni dai costi e dai ritardi dei metodi di incasso tradizionali.
Con pagoPA, comodamente da casa, si possono per esempio pagare: TARI, IMU, diritti sui documenti, rette varie, sanzioni amministrative, diritti sportello edilizia, COSAP, ecc.
Ecco, ad esempio, la pagina che hanno a disposizione per i loro pagamenti i residenti a: - Cadeo  FONTE  - Vigolzone  FONTE  - Gropparello  FONTE  - ecc.
Noi pontolliesi, non possiamo ancora beneficiare di questa “normalità”.
Avrei piacere che l’assessore Valla, se lo ritiene opportuno, ci dicesse quando verrà attivato questo inevitabile passaggio organizzativo (obbligatorio per legge). Sia perché siamo interessati a poter pagare senza doverci recare negli uffici, sia per ridurre i costi e i ritardi dei metodi di incasso tradizionali a beneficio delle casse comunali (e di conseguenza a beneficio delle nostre tasche).


 👓 Leggi tutto...  
                         

Il 12° mese....

13/01/20 2497 Marino • tag: pressionefiscale addizionaleIRPEF dodicesimomese

3133ominosottosopraSto per scrivere un post "barboso", ma ritengo utile a chi ama "curiosare" nelle cose.
Elaborando i dati presentati nel Consiglio del 27/12, ho constatato che anche nel 2020 il 12° mese verrà ancora pagato con i "contestati" aumenti di Addizionale IRPEF e IMU deliberati a suo tempo dalle amministrazioni Spinola e Copelli.
Cerco di spiegare...
Dalle slide presentate abbiamo appreso che le entrate correnti sono formate da € 763.000 provenienti dalla TARI e da € 2.289.000 provenienti dalle altre tipologie di entrate correnti (Addizionale IRPEF e IMU in primis) per un totale di € 3.052.000 .
Ho isolato la TARI perchè è un tributo che "può e deve" coprire solo i costi del servizio rifiuti per cui un'eventuale variazione deve essere pari pari girata sul/al cittadino.
Ragioniamo ora sui restanti € 2.289.000 al cui interno troviamo che:
- € 405.000 provengono dall'Addizionale IRPEF (0.60%) di cui: € 270.000 sono riconducibili all'aumento (0.40%) deliberato dall'Amministrazione Spinola
- € 1.235.000 provengono dall'IMU (0.98%) di cui: € 100.000 sono riconducibili all'aumento deliberato dall'Amministrazione Copelli (0.08%).
Ne deriva che € 370.000 sono le imposte riferibili agli aumenti deliberati dalle amministrazioni Spinola e Copelli e quindi... dobbiamo rilevare che anche nel 2020, quasi due mesi di spese correnti (*) (al netto della quota TARI), vengono ancora coperti da imposte stigmatizzate in campagna elettorale.
(*) 2.289.000€ : 12mesi = 190.750€/mese ; 370.000€ : 190.750€/mese = 1.9mesi
PS: sia ben chiaro, io spero (dato che sono anche soldi miei) che la nuova Amministrazione riesca nel minor tempo possibile a raggiungere l'efficienza promessa in campagna elettorale, e che i 370.000 euro ritornino presto nelle nostre tasche!


 👓 Leggi tutto...  
                         

Il Piano di riduzione della fiscalità generale

08/01/20 2488 Marino

2278ominosottosopraIn occasione del Consiglio del 27/12/2019 l’assessore Valla ha presentato il “Piano di riduzione della fiscalità generale”, e cioè un piano pensato per arrivare alla diminuzione della fiscalità comunale e generale. Le principali voci di bilancio che secondo l'assessore saranno funzionali alla riduzione della pressione fiscale nel triennio 2020 - 2022 sono:
TARI: 220mila €/anno
(derivanti dall’introduzione della tariffa puntuale)
IMU: 100mila €/anno
(derivanti dalla lotta all’elusione e all’evasione)
investimenti destinati a ridurre la spesa corrente: 45mila €/anno
(derivanti da Illuminazione a LED 30mila €/anno; Palazzetto 15mila €/anno)
rinegoziazione dei mutui: 35mila €/anno
adesione dei cittadini al 5/1000: un potenziale di quasi 400mila €/anno.
Qui il  LINK  diretto al momento in cui l'assessore illustra il Piano dinamico della fiscalità generale.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Personale Comunale: stiamo perdendo le memorie storiche

06/01/20 2486 Marino

8719candfumNegli ultimi mesi, per raggiunti limiti di età o per manifesta volontà, abbiamo perso e stiamo perdendo professionalità di lunga esperienza e con profonda conoscenza del territorio e della comunità pontolliese: il responsabile dell’anagrafe (pensione), il segretario comunale ed esperto giuridico (dimissioni), il funzionario responsabile del servizio finanziario (in pensione tra un paio di mesi). Ora, dalla registrazione del Consiglio comunale del 27/12/2019, apprendiamo che anche il funzionario a capo del servizio tecnico vorrebbe “andarsene”.
Mi auguro che chi è chiamato a gestire questa situazione riesca a comprendere le motivazioni e a rimuovere gli eventuali ostacoli che hanno generato la richiesta di mobilità da parte di un funzionario che ha dimostrato di saper essere al servizio del paese con abnegazione e con entusiasmo.
Ecco le parole pronunciate dal Sindaco nel Consiglio citato: “la seconda comunicazione invece è relativa a una nota depositata al protocollo nel pomeriggio di oggi da parte del responsabile dell'ufficio tecnico architetto Mario Sozzi con la quale viene presentata domanda di mobilità volontaria verso il Comune di Rivergaro. Chiaramente questa notizia ci ha colto abbastanza di sorpresa e impreparati tant’è che non sono state rilevate dall’amministrazione avvisaglie in tal senso nei periodi precedenti. Sarà nostra premura comunque confrontarci con l'architetto Sozzi per cercare di capire anzitutto le motivazioni di questa istanza e per quanto ci riguarda di far sì che il tutto possa rientrare e che Mario Sozzi possa restare alle dipendenze del comune di Ponte dell'Olio. Possiamo tuttavia anticipare che la mobilità, essendo poi soggetta al nulla osta da parte dell’amministrazione, la volontà dell’amministrazione sarà in tal senso negativa.”  FONTE 

👨
Cencelli   Quello cui stiamo assistendo mi pare uno spoil system sui generis. Di solito sono i politici ad attuarlo nelle nomine degli enti pubblici (incontrando spesso la resistenza di chi deve lasciare il posto). Stavolta invece accade il contrario: sono i funzionari a chiedere il trasferimento (evidentemente perché non si sentono in sintonia coi vincitori delle elezioni). Mentre l’amministrazione cerca di trattenerli a ogni costo... 07/01/20
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Rifiuti abbandonati

12/12/19 2449 Marino

14617youLe norme in materia ambientale vietano l’abbandono dei rifiuti.
Chi rileva la presenza di rifiuti abbandonati è tenuto a segnalarlo alle autorità competenti che sono: la Polizia Municipale o il Sindaco del Comune in cui sono stati rinvenuti i rifiuti. Affinché la segnalazione sia efficace è opportuno:
- dare indicazioni sulla localizzazione dei rifiuti,
- descriverne la tipologia
- dare indicazioni sulla quantità, allegando se possibile foto o video.
In funzione della valutazione che faranno la Polizia Municipale e/o il Sindaco, potranno essere attivate figure professionali preposte a gestire tale tipo di evento ed in particolare potranno essere attivati:
- gli Agenti Accertatori (sono dipendenti del Gestore abilitati all’accertamento e alla contestazione delle sanzioni)
- e/o gli Ispettori Ambientali Volontari (sono volontari a cui sono state attribuite funzioni di controllo, prevenzione e supporto ai corpi di Polizia Municipale)  FONTE  .
E' tenuto a rimuovere i rifiuti colui che li ha abbandonati ma, se questi non fosse individuabile, è tenuto a rimuoverli il proprietario dell'area su cui essi giacciono.
Questo, in estrema sintesi, e scritto in modo divulgativo, è il comportamento da tenere quando vengono rinvenuti rifiuti abbandonati.
I contatti da utilizzare sono reperibili sul sito del Comune.


 👓 Leggi tutto...  
                         

Quale è la situazione di conservazione dell'amianto che ancora è sui tetti degli edifici pontolliesi ?

02/12/19 2430 Marino • tag: tettiamianto

23704amianto 23704amiantoIl censimento "qualitativo" delle coperture in amianto è stato effettuato nel 2012  FONTE .
La Giunta, a difesa della salute dei cittadini che abitano nelle immediate vicinanze di edifici con tetto in amianto, entro quale data ritiene opportuno aggiornare il censimento di sette anni fa?
Per comune conoscenza, è opportuno sapere che il proprietario del manufatto che ha la copertura in amianto non è obbligato a rimuovere il materiale contenente amianto, ma è tenuto a mantenerlo in uno stato di conservazione idoneo. È necessario, pertanto, che egli effettui una corretta valutazione, adotti un corretto programma di manutenzione e controllo, e individui una persona di riferimento per la gestione del programma, qualora non lo faccia lui stesso.
E' notizia di oggi che Regione e Anci Emilia-Romagna hanno stabilito le Linee di indirizzo semplificate per la gestione dell'amianto che alcuni edifici, ancora, hanno sul tetto.  FONTE 


 👓 Leggi tutto...  
                         

La Giunta, cosa intende fare con IRPEF e IMU ?

23/10/19 2375 Marino • tag: addizionaleIRPEF

18355e19-menotasse 18355e19-menotasseNel Documento Unico di programmazione (lo strumento di guida strategica ed operativa che stasera la Giunta propone all’approvazione del Consiglio), in riferimento a “Tributi e tariffe dei servizi pubblici”, è scritto: “Il ricorso all'inasprimento della pressione fiscale, a seguito degli incrementi registrati negli anni 2011 e 2012 per quanto riguarda l'addizionale comunale IRPEF e nel 2014 per quanto concerne l'IMU, non sarà politicamente contemplato, prediligendo interventi correttivi sul solo lato delle uscite”.
Non mi sembra che questa frase significhi che, nel prossimo triennio, verrà strategicamente perseguita la riduzione della pressione fiscale.
E nemmeno più sotto, nella sezione dedicata all’operatività, non mi sembra che vi sia esplicitato l’obiettivo di eliminare “gli incrementi registrati negli anni 2011 e 2012 per quanto riguarda l'addizionale comunale IRPEF e nel 2014 per quanto concerne l'IMU.
Ho interpretato male? Mi è sfuggito qualcosa... ?


 👓 Leggi tutto...  
                         

Tributi e tariffe dei servizi pubblici

22/10/19 2373 Marino • tag: dups

5961consfrazNel Consiglio comunale che si svolgerà mercoledì 23/10/2019, la Giunta chiederà al Consiglio comunale di approvare il Documento Unico di Programmazione 2020-2022 (DUP) (*).
Per comune conoscenza, riporto qui sotto il punto in cui viene declinato il tema “Tributi e tariffe dei servizi” dalla Giunta Chiesa e, appena sotto, come ha declinato lo stesso tema la Giunta Copelli nel DUP dell’aprile 2014 2019.

Giunta Chiesa - Tributi e tariffe dei servizi pubblici  FONTE 
L’Amministrazione comunale persegue l’obiettivo primario di offrire un adeguato livello di servizi, finanziandosi attraverso un carico tributario sostenibile. Il ricorso all'inasprimento della pressione fiscale, a seguito degli incrementi registrati negli anni 2011 e 2012 per quanto riguarda l'addizionale comunale IRPEF e nel 2014 per quanto concerne l'IMU, non sarà politicamente contemplato, prediligendo interventi correttivi sul solo lato delle uscite. Per il triennio 2020/2022 l'obiettivo è di proseguire e implementare l'attività di contrasto all'evasione fiscale, operando un'attenta e mirata azione di controllo sui dati in possesso dell'Ente. Altresì, sarà costantemente monitorato l'andamento dei residui attivi, con l'obiettivo di contenerne la crescita e di velocizzarne lo smaltimento. Le tariffe dei servizi pubblici, nel pieno rispetto delle dinamiche di mercato, dovranno essere equamente parametrate alla qualità dei servizi e, nei casi consentiti dalla legge, adattate alle esigenze particolari e alle caratteristiche dell'utenza.

Giunta Copelli - Tributi e tariffe dei servizi pubblici  FONTE 
L’Amministrazione comunale persegue l’obiettivo primario di mantenere il livello dei servizi erogati evitando di inasprire la pressione fiscale a carico dei cittadini. Strumento principale per l’ottenimento del risultato proposto è l’applicazione di un puntuale controllo di gestione volto al continuo monitoraggio delle spese correnti.
Nel corso del 2019 si vuole effettuare una valutazione di possibili aree di interventi per politiche fiscali di natura incentivante per le attività commerciali e produttive. Tra le azioni che partiranno dal 1° gennaio 2019, al fine di rafforzare da un lato la presenza fissa degli operatori del mercato settimanale si è deciso di togliere eventuali riduzioni della tassa di occupazione suolo pubblico a favore degli “spuntisti” premiando dall’altro lato maggiormente i concessionari stabili. In quest’ottica l’intervento cerca di fidelizzare sistematicamente gli operatori commerciali uscendo dalla logica della presenza saltuaria e speculativa.
Al tempo stesso, in considerazione delle risorse a disposizione, si decide di togliere il canone sul passo carraio già dal 2018. L’entrata in vigore del nuovo sarà quindi il primo gennaio 2019 e da tale data il canone dell’occupazione suolo e aree pubbliche relativamente ai passi carrai, non sarà più dovuto. Questa tariffa non va confusa con la richiesta del passo carraio e relativo rilascio da parte dell’ente dell’apposito cartello. Chi non vuole che i mezzi di terzi occupino lo spazio di manovraperentrare nella propria proprietà dovrà comunque fare richiesta dello specifico cartello e pagare solo una tantum al rilascio della relativa concessione.
Nella fase di costruzione e redazione del bilancio di previsione 2020, si valuterà inoltre la possibilità di inserire rimodulazioni e riduzioni IMU per particolari categorie di contribuenti, sgravi e/o incentivi per le nuove attività, per i giovani imprenditori e per le attività a basso impatto ambientale.
Per il triennio 2019/2021 l'obiettivo è inoltre quello di proseguire e approfondire l'attività di contrasto all'evasione fiscale attraverso una serie di nuovi metodi di controllo basati sui dati in possesso dell'Ente. Il Comune sta quindi proseguendo nell'attività di accertamento e verifica delle situazioni anomale. Un impegnativo percorso di lavoro, costituito anche da nuovi metodi di riscontro, ai fini di ottenere una migliore giustizia fiscale.
Nel corso del 2018, all'interno di questa strategia, sono state valutate e attivate forme di gestione esternalizzata dell'attività di bonifica, aggiornamento e gestione dei controlli tributari TARES-TARI. L'azione ha il duplice obiettivo di migliorare l'efficacia della lotta all'evasione, sfruttando le competenze tecniche di un operatore specializzato e di ottimizzare l'attività lavorativa del personale dell'ufficio ragioneria/tributi, che nell'esercizio 2018 si è trovato a dover fare a meno di un dipendente con contratto part-time.
L'attività impostata, oltre a non prevedere costi fissi per il Comune, presenta l'ulteriore vantaggio di creare un database aggiornato con collegamenti ad altri database esterni (anagrafe, catasto fabbricati, elenco attività economica CCIAA, ecc) per la verifica incrociata dei dati dichiarati.
Nel corso del 2019 una valutazione di fattibilità analoga sarà effettuata per COSAP e imposta comunale sulla pubblicità.
Il perdurare della situazione di instabilità economica che già da alcuni anni si protrae a livello nazionale pone inoltre l’Amministrazione davanti alla necessità di perseguire obiettivi di massima equità nell’imposizione fiscale e di tutela delle fasce deboli della popolazione. Quest’ultimo obiettivo è ottenibile mediante una sinergia di politiche in ambito sociale e tributario.
La legge di Stabilità 2016 ha ridisegnato la struttura della fiscalità locale rispetto al modello in vigore negli anni 2014 e 2015, cancellando IMU e TASI sulle prime case. La legge di Stabilità preserva l’equilibrio delle finanze dei Comuni impegnando il Governo a compensare integralmente il mancato gettito derivante dall’abrogazione del prelievo immobiliare dell’abitazione principale e dei terreni agricoli.

(*) Il Documento Unico di programmazione (DUP) è lo strumento che permette l’attività di guida strategica ed operativa degli enti locali, rappresenta il presupposto necessario di tutti gli altri strumenti di programmazione, e consente di fronteggiare in modo permanente, sistemico e unitario le discontinuità ambientali e organizzative.

👨
Fabriziolucini   Scusate la pignoleria, una piccola precisazione: quello citato in realtà non è il DUP 2014, ma quello del 2019. 22/10/19
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Tariffazione puntuale: i mesi passano ma nessuno ne parla

17/09/19 2329 Marino • tag: tariffapuntuale

Fondamentale per la riduzione della TARI è il passaggio alla tariffazione puntuale (meno rifiuti produci, meno paghi).
197tari2019 197tari2019Libertà del 23 giugno 2019 riportava autorevoli interventi a testimonianza di come una corretta gestione dei rifiuti possa portare a risparmi sulla TARI "anche del 25%" (e, tanto per non dimenticarlo, allego la tabella che mostra quanto paga di TARI nel 2019 una famiglia di due persone che vive in una abitazione di 120mq a Pontedellolio = 226 €/anno  FONTE  piuttosto che a Podenzano = 102 €/anno  FONTE ).
Siccome siamo quasi a fine settembre e sull'argomento rifiuti "tutto tace" (non ho notizia di alcun preparativo, né di alcuna riunione informativa, né tanto meno formativa) mi dispiacerebbe se gli amministratori non raggiungessero l'obiettivo di farci entrare in regime di tariffazione puntuale a partire dal 1 gennaio 2020 (in modo tale da beneficiare già dal 2020 di un Piano Finanziario concordato con ATERSIR e Iren di valore più contenuto e quindi con un immediato significativo riflesso sui nostri portafogli).

👨
Marino   Il Sindaco mi ha informato che l’argomento è stato oggetto delle comunicazioni inziali dell’ultimo Consiglio comunale: "La tariffazione puntuale risulta non attuata e non attuabile senza il completamento dell’iter di affidamento del contratto di servizio dei rifiuti." 17/09/19
👨
San Tommaso   E fare questo completamento, a chi spetta: a Iren, al Comune o qualche altro ente? 17/09/19
👨
Marco   Mentre passare volontariamente alla tariffazione puntuale, come alcuni altri comuni già fanno, anziché “obbligatoriamente “ come sembrava essere a decorrere dal prossimo 01/01, non sarebbe possibile?
Saluti a tutti
Marco Boselli 18/09/19
👨👨👨

 👓 Leggi tutto...  
                         
Pagina 1 di 7
 >>>