PONTEWEB

Ponte dell'Olio

online dal 2004
Logo WhatsApp

Bonus studenti comunale

18/09/20 2926 PonteWeb • tag: nobambininofuturo

684fattinonparoleIl “bonus studenti” è stabilito in: 150 euro per chi passa dalla quinta elementare alla prima media e 250 euro per chi passa dalla terza media alla prima superiore.
«Si tratta di somme che andranno a coprire tutte le spese scolastiche inerenti libri di testo, materiale di cancelleria, abbonamenti al trasporto extraurbano, che le famiglie hanno dovuto affrontare per l’avvio di questo nuovo anno didattico. Si tratta di un fattivo aiuto per le famiglie soprattutto in questo momento in cui il bisogno è sicuramente maggiore vista la crisi determinata dall’emergenza sanitaria. Un contributo che distribuiamo per il secondo anno consecutivo e che ci auguriamo di poter confermare anche per il prossimo». Questo il virgolettato che riporta Libertà, all’interno di un articolo a firma VP. Le parole sono dela Sindaca di Caorso.
I beneficiari del bonus sono: i minori residenti nel comune di Caorso, che siano stati promossi nell’anno scolastico precedente e i minori extracomunitari solo se almeno uno dei genitori sia in possesso di permesso di soggiorno di lungo periodo. Le domande accolte per chi ha concluso la quinta elementare sono state 41 per un contributo complessivo di 6.150 euro. Le domande accolte per chi ha superato la terza media e ha iniziato la prima superiore sono state 51, per un contributo comunale erogato pari a 12.750 euro.

👨
John Connor   Da noi però abbiamo fatto la fiera a Ferragosto e vuoi mettere la soddisfazione e l’orgoglio?
18/09/20
👨

 👓 Leggi tutto...  
                         

Asilo nido

09/09/20 2909 Marco • tag: amicocomunetrasparente nobambininofuturo

1255nidoAlla fine, il Nido di Ponte dell’Olio aprirà il prossimo 14 Settembre.
Nel comunicato ufficiale della nostra Amministrazione si legge che le “criticità riscontrate nella proposta di nuova contrattualizzazione…” sono state superate durante il recente incontro con il Concessionario/gestore del servizio.
L’argomento, oggetto di acceso dibattito sul web locale, è effettivamente molto delicato, vuoi per gli aspetti educativi (si parla di bambini sotto i 36 mesi di vita), vuoi per le ricadute in termini di gestione familiare.
Negli interventi web sull’argomento, la nostra Amministrazione ha espresso un paio di concetti che mi hanno colpito.
Il primo aspetto: l’Amministrazione si lamentava di alcuni paragoni che i concittadini facevano in merito a questo tipo di servizio, ritenendo ogni paese un piccolo mondo. A me pare invece che i riferimenti più appropriati siano proprio le condizioni di svolgimento del servizio nei paesi della nostra “taglia”. Per condizioni intendo: durata del servizio lungo tutta l’annualità, articolazione giornaliera del servizio, quindi varie fasce di orario di inizio e fine giornata (tempo pieno, part time ecc.) e accessibilità al servizio in termini di costi. Infatti la funzione dell’Amministrazione è proprio quella di rendere attraente il servizio. E la misura della qualità dell’attrattività è data dal numero di adesioni al servizio (quanti saranno i bambini ospitati nel nido il 14 settembre ? #amicocomunetrasparente).
Il secondo aspetto: l’Amministrazione ha tenuto a precisare, nel dibattito sull’argomento, di essersi riservata tempo (posticipo dell’apertura) per non sperperare denaro pubblico.
Se ci si ferma alla stretta affermazione è sicuramente un proposito sul quale nessuno sano di mente ha da ridire. Ma qui si stava parlando di attivare un servizio che la Legge definisce “essenziale” , in cui l’aspetto economico non va trascurato, ma che è secondario alla disponibilità del servizio, che, come detto in precedenza, riveste una grande importanza nella società di oggi e nella strategia di sopravvivenza della nostra comunità #nobambininofuturo.
Piuttosto si imporrà un’analisi a 360° con lo scopo di rendere attrattivo il servizio perché le scarse adesioni degli ultimi anni, sono un problema.
In ogni caso tutto è bene ciò che finisce bene, e l’opportuna accelerazione nel risolvere le criticità ha colto il desiderio di gran parte della cittadinanza.
Saluti a tutti.
Marco Boselli


 👓 Leggi tutto...  
                         
Pagina 1 di 1