Ponte dell'Olio

3BMETEO
Risultati per: tassazionelocale.
Torna a 🏠
16/06/22
Marino
3779

Lotta all’evasione/elusione dell’IMU a Ponte dell’Olio

2071929875amministrazionetrasparente Il tema in oggetto è da seguire con attenzione perché da questa attività sono attesi importanti maggiori entrate (stimate, a regime, in 100mila euro/anno  FONTE ). I valori che seguono rappresentano l’accertato di competenza negli anni indicati.
2015 € 1.228.329
2016 € 1.283.573
2017 € 1.271.000
2018 € 1.242.091
2019 € 1.210.405
2020 € 1.250.133
2021 € 1.351.120  FONTE 
Il notevole incremento nel 2021 sul 2020 + 101mila euro testimonia che la Giunta è sulla buona strada.
Sarebbe una gradita iniziativa se l’Assessore Valla, in merito a questo incremento, divulgasse:
1) le attività che hanno generato il valore evidenziato (in particolare quale parte sia stata generata dalla recente normative che consente l’agevolazione prima casa ad un solo membro del nucleo familiare e quali alla verifica di eventuali prime case intestate a residenti all’estero)
2) la quota da considerarsi strutturale.


 👓 Leggi tutto...  
  
01/01/22
Marino
3584

Inizio anno, tempo di speranza...

Tra le speranze che ripongo nel 2022 vi è anche il realizzarsi dell’impegno di ridurre le tasse locali, in particolare quelle che andrebbero ad aiutare la quasi totalità delle famiglie: TARI e Addizionale IRPEF. 1763258107menotasse


 👓 Leggi tutto...  
  
12/03/21
PonteWeb
3209

Lotta all’elusione e all’evasione

882442888cadeorecuperatetasse In tre anni, il Comune di Cadeo ha recuperato 682.000 euro di tasse non pagate: 462.000 euro di Imu, 176.000 euro di Tari e 44.000 euro di Tasi. L’Assessore al Bilancio spiega che «Il recupero viene svolto con i dovuti modi, rispettando sempre il contribuente anche se moroso, a cui viene data anche la possibilità di rateizzare. Da un lato non si vuole mettere in difficoltà nessuno, dall’altro però, vogliamo garantire l’equità fiscale per tutti, considerato soprattutto che il mancato incasso dei tributi di pochi grava su tutti. Per questo si è scelto di procedere con un’attività capillare di accertamento e di recupero crediti» (Fonte Libertà del 02/03/2021 a firma Valentina Paderni).
La lotta all’evasione e all’elusione è uno degli obiettivi anche della nostra Amministrazione comunale che, a regime, stima un maggior gettito IMU di circa 100mila euro/anno  FONTE .
 Come si sta sviluppando e che risultati sta dando questa iniziativa ?  
👨
Marco   L’andamento delle attività di contrasto all’evasione e all’elusione condotte dalla nostra Amministrazione potrebbero trovare un palcoscenico importante all’interno delle comunicazioni che solitamente aprono le sedute del Consiglio Comunale, informando in questo modo contemporaneamente i cittadini ed i loro rappresentanti.
Saluti a tutti.
Marco Boselli
14/03/21
👨


 👓 Leggi tutto...  
  
25/01/21
PonteWeb
3147

IMU ed elusione

1490590959toppen “L’IMU. Nel 2020, è un nostro impegno attivare un progetto di incrocio degli stati di famiglia con la residenza effettive delle abitazioni principali. Questo è una sacca nelle quali si nascondono delle elusioni e evasioni, di conseguenza dovremmo avere nel 2021 2022 i primi risultati. Abbiamo sperato fino all'altro giorno, sempre legato alla legge finanziaria, che fosse approvata la norma per la quale ogni nucleo familiare potesse godere di una sola, una sola, abitazione principale. Con questo avremmo risolto già il problema (*) senza doverci impegnare ad andare a fare tutte queste ricerche a livello di stati di famiglia e poi andare a fare le verifiche nelle abitazioni quindi che impegna anche tempo. Comunque questo era un’altra attività che dovrebbe portare a regime una stima del recupero di elusione ed evasione di circa 100mila euro che è circa l’8 per cento del gettito dell'IMU.”  FONTE  .
Questo è ciò che comunicava, nel Consiglio comunale del 27/12/2019, l’Assessore al Bilancio Gabriele Valla.
• Una precisazione.
Recuperare 100.000 €/anno di elusione significa che il Comune incasserà 100.000 €/anno in più; non significa l’automatica riduzione della tassazione di chi già paga correttamente l’IMU.
Ci auguriamo quindi che il recupero dell’8% dell’evasione sia contestuale ad una riduzione delle aliquote IMU dell’8% che andrà ad aggiungersi alle ulteriori quote di riduzione dell’IMU che arriveranno dalle promesse: lotta agli sprechi, migliore organizzazione, ecc..
• Un’informazione a beneficio dei nostri lettori.
(*) La Corte di Cassazione si è autorevolmente espressa risolvendo il problema posto dall’Assessore in merito alla “abitazione principale”. Con l’ordinanza 28534 del 15/12/2020 ha stabilito esplicitamente che per godere dell’esenzione IMU occorre che l’immobile sia dimora abituale e residenza anagrafica di TUTTI i familiari.
• Una richiesta all’Assessore.
Come si sta sviluppando e che risultati sta dando il citato progetto di lotta all’elusione e all’evasione?
👨
Ivir   Una sentenza della Corte di Cassazione non è una legge. Pertanto non verranno mai pubblicati regolamenti nel merito.
25/01/21
👨
Giovanni   Sull’argomento e connessi vorrei fare alcune osservazioni, precisando che non sono né un commercialista né un esperto del settore. Quanto scrivo deriva solo da mie informazioni sull’argomento derivate in parte dall’esperienza, quindi se qualcuno rileverà qualche imprecisione, mi scuso fin d’ora.
1) Ad oggi se due persone di uno stesso nucleo familiare, ad esempio marito e moglie, hanno residenze in comuni diversi per lavoro, opportunismo e simili, ognuno ha diritto all’esenzione IMU nel proprio comune di residenza per la propria quota di possesso. Quindi se i due immobili sono in comproprietà (ciascuna unità al 50% tra marito e moglie) ognuno pagherà l’IMU sulla sua metà dell’immobile sito nell’altro comune. La situazione peggiore ai fini della cosi detta “elusione” si ha quando ognuno possiede l’intera proprietà dove risiede; caso non sempre frequente.
2) Il fenomeno delle “doppie” residenze per eludere l’IMU, se da un lato toglie risorse al comune, dall’altro incide e potrebbe incidere in futuro, anche sul numero degli abitanti. Mi spiego: qualora l’esenzione IMU fosse possibile solo su una residenza, le persone sarebbero costrette ad optare per un solo comune; con quale criterio ? penso che il primo sarebbe di scegliere la residenza nel comune dove possiedono l’immobile con la rendita catastale maggiore e/o dove l’aliquota è più alta così da avere un maggior risparmio. Pertanto la situazione potrebbe avere ripercussioni imprevedibili sul numero degli abitanti, specialmente per i piccoli comuni di collina e montagna; non so se Ponte dell’Olio ne trarrebbe beneficio.
3) Canone TV: per ogni residenza si paga il canone che viene addebitato sulla bolletta dell’energia elettrica; quindi il solito marito e moglie che hanno due residenze diverse pagano due tasse TV. Se avranno una sola residenza pagheranno un solo canone, dato che l’altro immobile diventa seconda casa e quindi non soggetto a tassa televisiva. Potremmo osservare che quei soldi vanno alla stato e non direttamente al Comune, ma siamo pur sempre in Italia.
4) Ticket sulle prestazioni sanitarie: nella nostra regione i già citati marito e moglie che hanno residenze diverse, ai fini dell’eventuale codice di esenzione, devono sommare i loro redditi. Pertanto le due distinte residenze non contano nulla.
5) Da ultimo; con riferimento ai punti 3) e 4): perché per il canone TV si considerano due nuclei familiari separati e per il ticket sanitario uno solo ? Sempre “pro domo sua” ! dello Stato ovviamente !
In conclusione ritengo che sarebbe ora di mettere un po’d’ordine dappertutto: tassazioni e simili comprese; il tutto, comunque, dopo aver considerato e ponderato a fondo ogni aspetto del nuovo provvedimento.
27/01/21
👨
Marco   Le osservazioni esternate in merito all’argomento “elusione IMU” sono pertinenti e indicative di riflessioni in merito.
Condivido l’affermazione di lvir: “una sentenza della Corte di Cassazione non è una legge”. Evidenzio però che le sentenze della Corte sono autorevoli interpretazioni di legge vigente, chiariscono cioè i dubbi sui comportamenti che la Legge chiede al cittadino e sugli effetti che la Legge produce.
Il commento di Giovanni fa un’analisi dettagliata, e a parer mio condivisibile, degli scenari complessivi, non solo con riferimento all’IMU, che si vengono a creare nel caso di doppie residenze riferibili ad un unico nucleo familiare.
Tuttavia il post di PonteWeb parte da una considerazione pubblica fatta durante la seduta del Consiglio Comunale del 27 dicembre 2019 con la quale l’assessore Valla assumeva l’impegno di attivare un progetto che portasse ad un recupero di 100.000 €/anno sul tributo IMU. In tale occasione, egli diceva di sperare in una norma che facilitasse il raggiungimento dell’obiettivo del progetto (ma, come abbiamo visto, la Corte di Cassazione ha chiarito come debba essere interpretata la Legge esistente), comunque confidava di raggiungere ugualmente l’obiettivo.
Ad oggi, inizio 2021, che consuntivo possiamo trarre dalle attività svolte nel 2020 ?
Il progetto è stato realizzato con risorse interne oppure è stato affidato all’esterno?
Quanti sono stati nel 2020 gli avvisi emessi? Relativamente a detti avvisi, quale è l’importo accertato e quale è l’importo incassato?
In altre parole, sarebbe opportuno che l’Assessore, a distanza di oltre un anno dall’impegno preso, facesse il punto sulla situazione informando la cittadinanza con ogni elemento che permetta di seguire con TRASPARENZA le attività svolte e l’evoluzione del progetto.
Lo ringraziamo fin da ora.
Saluti a tutti
Marco Boselli
28/01/21
👨👨👨


 👓 Leggi tutto...  
  
05/01/21
PonteWeb
3123

Genesi e futuro di una stangata

698957903imustangata Libertà di oggi dà evidenza alla “stangata” che è stata data al commercio pontolliese.
Perchè Ponte ha ricevuto questa attenzione mediatica?
Probabilmente perchè negli altri comuni non era stata significativamente differenziata un’aliquota specifica per agevolare botteghe e negozi per cui l’accorpamento delle aliquote non ha modificato l’impatto sul contribuente.
Cosa significa questo?
Se così fosse, significa che l’Amministrazione Copelli aveva creato una aliquota molto bassa (-20%~) per sostenere il commercio pontolliese. Così come aveva creato un’aliquota più bassa per favorire le abitazioni date in uso gratuito ai famigliari.
E quindi adesso ?
Siamo certi che l’attuale Amministrazione si impegnerà a trovare il modo di deliberare agevolazioni per i commercianti, non necessariamente sul capitolo IMU ma anche in altri ambiti, a compensazione della attuale “stangata”.
Così come troverà il modo di agevolare chi ha aree fabbricabili (oggi senza mercato) e chi ha dato in uso gratuito l’abitazione ai figli o ai genitori.
👨
Tacito   A proposito di agevolazioni per i commercianti: chissà quanti sono proprietari dei propri locali (dunque soggetti alla stangata Imu) e quanti in affitto. Nel secondo caso i toccati dal provvedimento non sono i commercianti ma i proprietari dei muri...
05/01/21
👨


 👓 Leggi tutto...  
  
30/12/20
Marco
3114

Le legittime scelte politiche sull’IMU

2073242612ele19volantinochiesa Come abbiamo appreso dall’ultima seduta di Consiglio Comunale (18/12/20), sono state approvate nuove categorie ed aliquote dell’Imposta Municipale Unica (IMU).
La nuova legislazione in materia (Legge 160/2019) prevede l’accorpamento della TASI, nel nostro caso ad impatto nullo, e la riduzione delle categorie alle quali applicare le imposte che il Consiglio Comunale ogni anno approverà. Quindi l’obbligo di legge è la semplificazione nelle casistiche possibili, non entrando nel merito del gettito, anche perché quasi totalmente spettante all’Ente locale.
Ascoltando l’intervento dell’Assessore Valla, si percepisce la difficoltà riscontrata nell’addivenire alla proposta portata in Consiglio, ovviamente provando e riprovando l’impatto di varie simulazioni su gettito e contribuenti. E’ un’attività piuttosto delicata che necessita di un certo sforzo. Lo si sa e lo si sapeva anche negli anni precedenti. Non intendo commentare le scelte “politiche” sulle aliquote, ognuno avrà in merito la propria opinione, ma alcune frasi, direi simboliche, dell’intervento dell’Assessore e della sua replica al Consigliere Rossi meritano di essere evidenziate.
• Al minuto 30’25” si ascolta: “...noi come abbiamo proceduto… dovevamo (volevamo !!! ndr) trovare una soluzione che non andasse a incrementare, aumentare il gettito, peggiorando quindi quella che era l’imposizione fiscale….per avere un’invarianza del gettito”  FONTE 
• Al minuto 66’ 30” il concetto viene replicato: “…ci rendiamo conto che è penalizzante….lavorare sul mantenimento del gettito invariato…NON SIAMO RIUSCITI A CAVARE IL RAGNO DAL BUCO…”  FONTE 
Ne sono convinto! Dover intervenire sulle aliquote non è mai “politicamente” semplice, quando poi ci si presenta alle elezioni con gli argomenti riportati nel volantino elettorale qui a lato, e al secondo Bilancio di previsione si sente ancora parlare di notevoli sforzi per mantenere il gettito precedente, ossia il risultato di chi “…HA MESSO LE MANI IN TASCA AI PONTOLLIESI!.…”, si fatica a dissimulare le contraddizioni che straripano in tutta la loro evidenza.
Saluti a tutti
Marco Boselli


 👓 Leggi tutto...  
  
10/10/14
Marino
567

Ecco come ottenere lo sconto 50% sulla Tassa Rifiuti

54900296001ok Avranno uno sconto del 50% sulla Tari (la tassa sui rifiuti) i cittadini del Comune di Massarosa (Lucca) in cambio di piccoli lavori di manutenzione. Questo grazie ad un regolamento che istituisce e regola il servizio civico volontario. Il singolo cittadino (o l’associazione di volontariato) mette a disposizione il proprio tempo per piccoli lavori di interesse pubblico. L’ente comunale, dopo aver istituito un albo della Cittadinanza Attiva e aver avviato mini corsi di formazione, assegna i “compiti” agli stessi cittadini uniti in gruppi di lavoro: qualcuno si occuperà dello sfalcio dell’erba nei parchi e nelle piazze, altri della pulizia dei cigli stradali e dei tombini, altri ancora di imbiancare le aule delle scuole pubbliche. In cambio il cittadino usufruirà di uno sconto del 50% sulla Tari. “In questo modo – spiega il sindaco di Massarosa, Franco Mungai – si ottengono tre risultati in uno: avere un territorio più curato, sgravare le famiglie dal carico fiscale e rafforzare il senso di appartenenza alla comunità”.  FONTE 


 👓 Leggi tutto...  
  
29/09/14
Marino
545

Tassazione locale: addizionale regionale IRPEF

134493171801losaiche La Regione ha modificato l'addizionale Irpef regionale (L.17/2014). Le nuove aliquote si applicheranno dal 2015 e passano dal sistema di aliquote per limiti di reddito, al sistema per scaglioni di reddito.
Per capirci... Fino a fine anno queste sono le aliquote:
- da 0 a 15.000 -> 1,43%
- da 0 a 20.000 -> 1,53%
- da 0 a 25.000 –> 1,63%
- da 0 a oltre 25.000 -> 1,73%.
Dal primo gennaio diventeranno:
- da 0 a 15.000 euro -> 1,33%
- da 15.001 a 28.000 -> 1,93%
- da 28.001 a 55.000 -> 2,03%
- da 55.001 a 75.000 -> 2,23%
- oltre 75.000 -> 2,33%.

Esempi di calcolo
Reddito 15.000 euro : oggi: 15.000 x 1.43% = 214,5
dal 2015: 15.000 x 1.33 = 199,5 -15
Reddito 30.000 euro : oggi: 30.000 x 1.73% = 519
dal 2015: 15.000 x 1.33 + 13.000 x 1.93 + 2.000 x 2.03 =491 -28
Reddito 45.000 euro : oggi: 45.000 x 1.73% = 778,5
dal 2015: 15.000 x 1.33 + 13.000 x 1.93 + 17.000 x 2.03 = 795.5 +7
Reddito 60.000 euro : oggi: 60.000 x 1.73% = 1.038
dal 2015: 15.000 x 1.33 + 13.000 x 1.93 + 27.000 x 2.03 + 5.000 x 2.23 = 1.110 +72


 👓 Leggi tutto...  
  
16/06/14
Marino
328

TARI: dal prossimo anno il Comune potrà inviare a casa il bollettino di pagamento precompilato

Una buona notizia. Dal prossimo anno, per propria iniziativa, o, in mancanza, su richiesta del cittadino, sarà il Comune a inviare il bollettino TASI già precompilato. Lo prevede il DL 88/2014: "TASI: A decorrere dall'anno 2015, i comuni assicurano la massima semplificazione degli adempimenti dei contribuenti rendendo disponibili i modelli di pagamento preventivamente compilati su loro richiesta, ovvero procedendo autonomamente all'invio degli stessi modelli" .
Mi auguro che l'Amministrazione Copelli proceda "autonomamente" all'invio dei "modelli di pagamento preventivamente compilati" senza che il singolo cittadino debba farne esplicita richiesta. C'è un anno di tempo per organizzare questa semplificazione prevista dalla legge, se c'è anche la volontà di farlo (e non ho dubbi che ci sia), l'obiettivo può essere facilmente raggiunto!
Fonte  FONTE 


 👓 Leggi tutto...  
  
12/06/14
Marino
325

TARI: un aumento che non riusciamo a spiegarci...

In questi giorni stiamo ricevendo dal Comune l'F24 precompilato mediante il quale pagare la tassa rifiuti TARI. Approfondendo il tema con alcuni concittadini, abbiamo rilevato che un nucleo familiare che l'anno scorso pagava 180 euro per i soli rifiuti (al netto quindi di sconti, addizionali e servizi), quest'anno si trova a pagare 229 euro +27% .
Se si va poi a considerare un nucleo familiare che utilizza la compostiera, se l'anno scorso pagava 148 euro per i rifiuti (al netto di addizionali e servizi), quest'anno si trova a pagare 208 euro +40%. Occorre notare che, per entrambi gli anni, la legge prescrive che la tassa rifiuti sia a "copertura integrale dei costi relativi alla gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati (spazzamento, raccolta, trasporto, recupero, trattamento e smaltimento rifiuti)".

Dopo aver fatto queste constatazioni, abbiamo navigato sui siti istituzionali di Regione, ATERSIR, ATO, ecc. e abbiamo rilevato che il costo annuale del nostro servizio rifiuti è: Anno 2013 611.000 euro - Anno 2014 617.000 euro +1%
e, inoltre, che Ponte sta progressivamente migliorando le prestazioni in fatto di minor produzione di rifiuti e di miglior percentuale di raccolta differenziata.

Ragionando su queste informazioni ci siamo resi conto che "c'è qualcosa che non torna". Ma, al momento, non abbiamo elementi per farcene una ragione!
Fino a qualche mese fa l'amministrazione comunale non riteneva opportuno intervenire sul web. La nuova amministrazione Copelli ha preannunciato un diverso metodo di dialogo con i cittadini e quindi siamo certi che il Sindaco, leggendo queste constatazioni, vorrà approfondire questo argomento e vorrà intervenire per spiegarci questa, per ora, incomprensibile situazione.
Grazie fin da ora.


 👓 Leggi tutto...  
  
Pagina 1 di 3
 ⏩ 
info
Privacy Policy e Disclaimer